Gli orari del Festival

Festival a Palazzo Re Enzo sabato 8 aprile 2017 dalle 10 alle 23, domenica 9 aprile dalle 10 alle 19

lunedì 13 marzo 2017

Tanti nuovi partecipanti a Terra Equa 2017: Artefatti

Il riciclo di materiali di scarto per realizzare nuovi abiti e accessori è uno degli aspetti portanti di Ri-vestiti! La moda di fare un'altra economia, l'edizione del 2017 di Terra Equa, Festival del commercio equo e dell'economia solidale.

Artefatti è un laboratorio artigianale di Forlì dove si sperimenta, si progetta e si creano pezzi unici esattamente in questo modo: con il riciclo.

http://arte-fatti.blogspot.it/

Claudia Dall'Agata è un'artigiana che si dedica alla lavorazione di materiali di recupero, scarti industriali e vecchi ricordi per confezionare a mano, con cura e fantasia, eco-gioielli, borse e accessori.
Le sue proposte sono rivolte a un pubblico sensibile alle tematiche della sostenibilità, dell'autoproduzione e del riuso, e al Festival Terra Equa Claudia esporrà eco-gioielli realizzati in rame e alluminio di recupero, collage sentimentali e papillon realizzati da cassette della frutta.

http://arte-fatti.blogspot.it/

Inoltre, Artefatti organizza corsi e laboratori di riuso e di sartoria creativa ed emotiva, dedicati a grandi e bambini, in collaborazione con la cooperativa sociale Villaggio Globale di Ravenna e con la maestra Stefania Peste Pelloni.
https://www.facebook.com/events/440555746287538/

Claudia e Stefania, insieme, l'8 e il 9 aprile a Palazzo Re Enzo di Bologna esporranno una nuova linea di abiti di loro creazione, realizzati e decorati a mano.
E proporranno alcuni laboratori proprio con gli scarti di tessuto.
Se vuoi partecipare devi prenotarti alla mail spelloni@yahoo.it, e ricordarti di portare con te un indumento o una stoffa del cuore.
  • Sabato 8 aprile ore 11: Filorifilo, laboratorio di uncinetto creativo per realizzare insieme cestini e/o copribottiglia scoprendo che anche la maglietta più usurata o il più piccolo pezzo di stoffa possono diventare risorse per le proprie creatività.
  • Sabato 8 aprile ore 14: Poetic pillow, laboratorio di cucito emotivo per realizzare insieme un cuscino creativo con materiale di scarto e/o fine serie scoprendo che qualsiasi cosa, se rielaborata con gusto e attenzione, può riprendere vita e trasformarsi in una vera opera d’arte che parla di te.
  • Domenica 9 aprile ore 14: Collage creativo, laboratorio di cucito emotivo per realizzare insieme un copriagenda/coprilibro (se porti con te l’agenda o un libro da ricoprire potrai personalizzare direttamente sulle misure che ti servono).
  • Domenica 9 aprile ore 16: Filorifilo, laboratorio di uncinetto creativo.
http://terraequa.blogspot.it/p/blog-page_10.html

Ma sentiamo ora che cosa ci ha detto Claudia Dall'Agata.
In che cosa i gioielli che crei si differenziano dalla maggior parte di quelli in commercio?
Mi piace pensare che si differenzino per l’energia che hanno in sè, che dipende dalla passione, dalla cura e dall'attenzione che impiego quando produco un pezzo.
Si tratta di pezzi originali, creati rigorosamente a mano, a partire da scarti industriali che recupero e rimetto in forma.

Qual è la portata dell'innovazione dei materiali con cui lavori?
Non so se sia molto innovativo il materiale che utilizzo, perché ormai molti artigiani adoperano materiali di recupero.
Per i miei monili in rame per esempio utilizzo scarti provenienti dalla lavorazione delle grondaie, fili elettrici di motori bruciati, ecc.
Quello che di nuovo cerco di fare è trovare sempre modi diversi di creare, tecniche inusuali e abbinamenti particolari.

Quanto conta l'aspetto sociale e ambientale nel lavoro che fai?
La questione ambientale è strettamente legata a quello che faccio: recuperare i materiali per trasformarli in monili forse non permette di salvare l’ambiente, viste le esigue quantità che si utilizzano, ma quello che mi interessa è un’attitudine, un modo di pensare, una cultura che è quella che va nella direzione contraria allo spreco, al consumo sfrenato verso una logica sostenibile ed equa del vivere.
L’aspetto sociale è integrato nella mia attività quando insegno ciò che so fare nelle scuole, ai ragazzi e agli adulti.

http://arte-fatti.blogspot.it/

Perché sabato 8 e domenica 9 aprile dovrei venire a Terra Equa piuttosto che andare in un centro commerciale?
Perché se non vieni non sai cosa ti perdi… un’atmosfera autentica, tanti artigiani che credono che sia possibile un nuovo modo di produrre e di consumare.

Che cos'è per te il/un commercio equo e/o l'economia solidale?
È un’economia umana che si basa sulla equità dello scambio, senza sfruttamento delle persone e delle risorse.

1 commento: