Gli orari del Festival

Festival a Palazzo Re Enzo sabato 8 aprile 2017 dalle 10 alle 23, domenica 9 aprile dalle 10 alle 19

martedì 3 maggio 2016

Terra Equa ha il gusto di assaggi e Cooking Show alternativi

A Terra Equa 2016 - Il gusto di fare un'altra economia non ci saranno i soliti Cooking Show, eventi di mera spettacolarizzazione del cibo e della cucina.
Al Festival useremo ingredienti diversi: quelli del commercio equo e dell'economia solidale, che presuppongono la dignità del lavoro di chi li ha raccolti e/o trasformati, la cura dell’ambiente, i rapporti paritari tra produttori e compratori.
E un'attenzione particolare alla possibilità di riprodurre i piatti tra i fornelli domestici.

Sabato 7 maggio comincerà il Coordinamento di Libera Terra di Bologna con Degusta-Libera: due piatti preparati con l'utilizzo di prodotti coltivati nei beni confiscati alle mafie sotto la guida dello chef Stefano Ruggeri.


Quindi sarà la volta dell'atteso chef Daniele Sangiorgi, che da anni collabora con Le Bistrot di Dozza, ristorante che fa parte del Circolo del Cibo di Altromercato (un circolo cui interessa il cibo buono fino in fondo: quello che considera la tracciabilità, la filiera corta, la biodiversità, la cultura, il piacere, i diritti).

Daniele Sangiorgi preparerà un menu completo con ingredienti del commercio equo e solidale e con prodotti locali.
La dimostrazione è aperta a tutti, ma per degustare occorre iscriversi mandando una mail a terraequa@gmail.com. Affrettati perché potranno partecipare al massimo trenta persone!


(Lo stesso Daniele Sangiorgi avrà già tenuto la Cooking Master Class per premiare le tre classi vincitrici del concorso Food Fair Parade: ma a questa potranno assistere solo gli alunni dei relativi Istituti alberghieri.)

Domenica 8 maggio alle 12:00 toccherà a Matwali Santagata e Katia Zuccarello, cuoche del servizio catering di ExAequo. Con Fair Social Lunch lavoreranno al fianco delle persone che vorranno iscriversi per preparare un intero pranzo con prodotti equosolidali, unendo eticità, semplicità e gusto. E dopo lo si mangerà tutti insieme!
Per segnarsi occorre scrivere sempre a terraequa@gmail.com.

In termini degustativi e ristorativi, per tutta la durata del Festival Terra Equa ci saranno poi i vari produttori di Slow Food Emilia-Romagna nel Salone del Podestà di Palazzo Re Enzo che accoglieranno i visitatori a bordo dell'Arca del Gusto, proponendo percorsi sensoriali.
Senza dimenticare gli assaggi di vera cioccolata di Altrocioccolato.

E la frutta? Che cosa sarà la spesa riflessiva sul vero costo della frutta tropicale che verrà a promuovere GVC Onlus?
Un indizio: banane a offerta libera. Ma ragionata.


Nessun commento:

Posta un commento