Gli orari del Festival

Festival a Palazzo Re Enzo sabato 8 aprile 2017 dalle 10 alle 23, domenica 9 aprile dalle 10 alle 19

mercoledì 29 aprile 2015

La centralità del mercato locale - Afritudine

Associazione culturale Afritudine
Oltre alla presenza di molte vecchie conoscenze, a Terra Equa 2015 ci saranno varie realtà alla prima esperienza espositiva nel Salone del Podestà di Palazzo Re Enzo.
Una di queste è l'Associazione culturale Afritudine.
Andiamo a conoscerla dalle parole di Sergio Simeone.

Ci faresti una brevissima presentazione della tua impresa?


L'Associazione culturale Afritudine sostiene, promuove e valorizza la creatività artistica africana contemporanea.
Sostenendo progetti di artigianato locale, intendiamo tutelare saggezza ed esperienza, agire concretamente sullo sviluppo di una risorsa economica diffusa in tutto il continente, garantire libertà espressiva e autonomia estetica alla creazione contemporanea africana.

Come contribuisce, secondo te, al Commercio Equo e/o all'Economia Solidale?

Crediamo che l'artigianato di qualità possa contribuire attivamente allo sviluppo umano, finanziario e tecnico del Sud del mondo.
Concordare modelli, prezzi e modalità di vendita costituisce una forma di collaborazione a 360 gradi, che tiene conto delle capacità e delle esigenze di tutti gli attori coinvolti nel progetto.
Lavorazione artigianale della pelle dal Mali

Che cosa ne pensi, in generale, dell'economia solidale?

Crediamo nel “piccolo è bello”: preferiamo il piccolo progetto artigianale diffuso all'industrializzazione.
Riteniamo che i partner occidentali che collaborano con i diversi “Sud del mondo” debbano essere uno degli sbocchi commerciali delle diverse produzioni e non diventare committenti globali creando una sorta di dipendenza.
Altrimenti si rischia di riprodurre (e implicitamente avallare) il modello di sviluppo mercatistico/consumistico occidentale.
La vera sfida è che ogni realtà economica possa vivere anche e soprattutto del mercato locale.


Alcune borse di Afritudine
 Che cosa chiederesti ad Andrea Corsini, nuovo assessore al commercio della Regione Emilia-Romagna, per migliorare il tuo lavoro e per dare impulso all'economia solidale?

Di dare voce, visibilità, impulso alle piccole realtà che lavorano con qualità, spirito solidale ed equità, in Italia e nel mondo.

Nessun commento:

Posta un commento