Gli orari del Festival

Festival a Palazzo Re Enzo sabato 8 aprile 2017 dalle 10 alle 23, domenica 9 aprile dalle 10 alle 19

martedì 31 marzo 2015

Agevolazioni per l'economia del terzo millennio – La Maison de la Joie

Continuano le brevi interviste per conoscere gli espositori di Terra Equa.
Oggi è la volta di Marco Di Nardo, rappresentante della ONG Insieme per crescere (La Maison de la Joie).


La Maison de la Joie è una casa famiglia in Benin che ospita circa trenta bambini orfani o in grave difficoltà.
Vende artigianato locale e burro di karité per sostenere il suo progetto.


La Maison de la Joie

In che modo La Maison de la Joie contribuisce, secondo te, all'economia solidale?

Il nostro contributo all'economia solidale è regola fondamentale: noi acquistiamo in loco solo prodotti locali e che vengono da piccoli produttori, e anche nei nostri piccoli spostamenti all'interno del Benin ci appoggiamo solo a strutture locali e famiglie che ci ospitano.

I progetti di La Maison de la Joie

Che cosa pensi, in generale, dell'economia solidale?

L'economia solidale deve diventare l'economia del terzo millennio, se non vogliamo distruggere il nostro pianeta, una economia solidale aiuterebbe la vicinanza e la cooperazione tra i popoli.

Che cosa chiederesti ad Andrea Corsini, nuovo assessore al commercio della Regione Emilia-Romagna, per migliorare il vostro lavoro e per dare impulso all'economia solidale in generale?

Per migliorare l'economia solidale bisogna cominciare ad aiutare, con vari mezzi, chi si impegna in questa economia che dovrà diventare il futuro, aiutare con agevolazioni, sgravi, permettere a chi pratica economia solidale di essere conosciuto.
Io, che mi occupo di volontariato, chiederei agevolazioni per l'acquisto di biglietti aerei per chi fa volontariato internazionale presso onlus e ong riconosciute.

La Maison de la Joie si occupa anche di turismo responsabile in Benin

Ringraziamo Marco e segnaliamo anche la pagina Facebook di La Maison, invitando a non farti ingannare dal nome: non compare "Marco Di Nardo", ma Flavio Nadiani, un altro volontario della Organizzazione.

Pagina Facebook con cascata


Nessun commento:

Posta un commento